La selezione della Razza Sopravissana

Selezione Razza Sopravissana

La selezione, quella corretta, si fa sui piccoli numeri. Specie quando si tratta di un lavoro di recupero genetico di una razza che negli ultimi 100 anni ha subito un meticciamento importante, con qualsiasi tipo di altra razza.

La razza ovina Sopravissana, infatti, a parere nostro non è “a rischio estinzione” o “a rischio erosione”. Si è, a tutti gli effetti, ESTINTA. E quello che noi ed altri pochi, seri, piccoli allevatori stiamo cercando faticosamente di fare è proprio un recupero vero e proprio.

Agli occhi dei “non addetti ai lavori” qualsiasi pecora con lana chiusa, che si imbrunisce l’inverno e con la faccia un po coperta…sono tutte Sopravissane. E invece No! Perché dipende dal tipo di lana, da come arriva attorno agli occhi, da come arriva sugli stinchi e sui garretti. Non solo. È uno studio di proporzioni, di misure, di profili delle teste, di linee di sangue di diversa corrente allevatoriale (ai tempi c era la linea Piscini, Rosi,…), addirittura la forma delle orecchie! Tralasciando poi la stazza…dato che gli ultimi 50 anni hanno portato ad una selezione microscopica della razza con pecore piccolissime, totalmente improduttive! 😓

Razza SopravissanaQuindi, miei cari, bisogna tornare a studiare. Inutile farsi prendere dalla foga, ogni nuovo capo di bestiame va accuratamente visionato, valutato, preso in considerazione e soprattutto cercare di riuscire ad immaginare se QUEL DATO CAPO FEMMINILE accoppiato con QUEL DATO CAPO MASCHILE possa generare un qualcosa di buono e soprattutto il piu possibile alle pecore dei nostri nonni. Perché nel corso di questi 10 lunghi anni d’allevamento di questa razza se c è qualcosa che abbiamo capito è che è tutta una grande incognita. E si fa presto a parlare di “Sopravissane” e di “allevamento”. Ma se mancano le basi, la passione, la voglia di migliorare, lo studio o anche solo uno di questi…. si cambia mestiere. E tutto finisce in un fuoco di paglia. E si cambia mestiere e a rimetterci sono sempre e solo gli animali. Lo abbiamo visto infinite volte…il tutto dettato dalla moda del momento.

Tutto questo per dare il benvenuto oggi ad alcuni capi presi da 2 aziende colleghe, capi scelti e selezionati con cura, con cui contiamo di iniziare una collaborazione seria e duratura all’insegna dello spirito di gruppo e della collaborazione seria, quella che è possibile fare solo con persone altrettanto preparate e documentate, che non si sono improvvisate dopo voli pindarici allevatori di pecore Sopravissane.

In uno dei due allevamenti abbiamo portato PILGRIM, il nostro ariete di 17 mesi idoneo alla riproduzione e con un pool genetico di primo livello; nell’altro allevamento provvederemo a fornire un ariete di pari caratteristiche il prima possibile.

Ce la stiamo facendo…. 💪🐏